martedì 23 settembre 2008

Earth Overshoot Day



Oggi 23 settembre 2008 è l'Earth Overshoot Day, il giorno in cui il nostro consumo di risorse naturali sorpassa la produzione naturale annua della Terra .

La data è stata calcolata dal Global Footprint Network, l'associazione che misura l'impronta ecologica, cioè il segno che ognuno di noi lascia sul pianeta prelevando ciò di cui ha bisogno per vivere ed eliminando ciò che non gli serve più, i rifiuti.

Il 23 settembre non è una scadenza fissa: p
er millenni l'impatto dell'umanità, a livello globale, è stato trascurabile: un numero irrilevante rispetto all'azione prodotta dagli eventi naturali che hanno modellato il pianeta. Con la crescita della popolazione e con la crescita dei consumi la situazione e' cambiata.

Nel 1961 metà della Terra era sufficiente per soddisfare le nostre necessità. Il primo anno in cui l'umanità ha utilizzato più risorse di quelle offerte dalla biocapacità del pianeta è stato il 1986, ma quella volta il cartellino rosso si alzò il 31 dicembre: il danno era ancora moderato.


E cosi di anno in anno si e' calcolato
quando avveniva l'overshoot
day,
sempre piu' presto!


Nel 1986 è stato il 31 dicembre,
nel 1987 il 19 dicembre,
nel 1995 il 21 novembre,
nel 2000 il 31 ottobre,
nel 2005 il 2 ottobre e
nel 2006 il 9 ottobre.


Quest'anno già al 23 settembre: consumiamo quasi il 40% in più di quello che la natura può offrirci senza impoverirsi.
Secondo le proiezioni delle Nazioni Unite, l'anno in cui - se non si prenderanno provvedimenti - il rosso scatterà il primo luglio sarà il 2050. Alla metà del secolo avremo bisogno di un secondo pianeta a disposizione.

Link qui, qui e qui.

10 commenti:

Fabio ha detto...

Bella coincidenza di post, ma la tua immagine è molto più tecnica e professionale!

Viviana B. ha detto...

Mmmmhhh... visto che a rallentare i consumi certi Paesi non ci pensano proprio, speriamo che almeno pensino a trovarci un nuovo pianeta da distruggere, sfruttandolo come stiamo facendo con questo...
GRRRRR!!!
Certa miopia dei potenti mi manda proprio in bestia!

Riverinflood ha detto...

Brrr... hai deciso proprio di mandarmi all'altro mondo, (cioè, su una altro pianeta). Ci andrei volentieri, anche se è solo un modo di dire. Bel post, davvero! Ciao!

Davide ha detto...

Se andiamo avanti così ci mangiamo anche il secondo pianeta, se lo troviamo :)
Forse è meglio che ci diamo una mossa mel rispettare di più le risorse della Terra.

Cioo .

pocoto-pocoto ha detto...

Anche se non attinente, vi invito gentilmente a leggere il mio post "CARREFOUR ASSAGO - VERGOGNA" che richiama una storia vergognosa accaduta ad un bambino di 4 anni autistico per colpa di alcune pseudopersone. Ritengo che in questo caso si deve vedere il vero spirito dei blog, facendo girare il più possibile. C'è anche il video di denuncia della mamma. grazie

pabi71 ha detto...

l'unica soluzione è che riusciamo a preparare Marte per ospitarci il prima possibile,non vedo altre alternative.
un post da far rabbrividire,ma molto interessante.
un saluto.

tommi ha detto...

Caspita! Questa si che è una notizia!!! Credo che appena avrò tempo la riprenderò sul mio blog... grazie dell'informazione (tremenda).

suburbia ha detto...

Fabio io ho messo quelle piu' ufficiali ma la tua e' simpaticissima.
Bene le coincidenze su certi post, significa che siamo interessati tutti.
Viviana noi discutiamo come migliorare e invece non solo non si fa nente ma i peggioramenti sono costanti... E' di stamattina questa notizia.
Che si puo' fare da privati cittadini se tutti ci sono contro?
Sono demoralizzata, ciao
River chissa'?? con le persone giuste magari si sta bene anche in un altro pianeta...
ciao
pocoto gia' passata, grazie della segnalazione.
Davide appunto, se lo troviamo! Condivido (ovviamente) il tuo commento in tutto e per tutto
pabi chissa' se i marziani sono contenti di ospitarci? :-)
Il post fa rabbrividire ma spero anche riflettere. Ciao
tommi piu' si diffonde meglio e'. A parte la rete ho visto che e' stata molto snobbata. Ciao

Luca ha detto...

Ormai "viaggiamo" sempre in anticipo. Un pezzo di calotta glaciale si stacca dal permafrost con qualche decina anni di anticipo. L'anticipo in questo ambito non è cosa buona, stona, allarma. "Consumiamo risorse" mangiandoci "l'autofinanziamento" con tre mesi e mezzo di anticipo sull'anno solare. Questo sistema di produzione della ricchezza/consumo è fallito miseramente. Non faccio nomi e cognomi, non uso nomi propri ma il cammino della logica ci porta dritti alla sua dicitura. Certo è che la sua applicazione in senso stretto o le sue devianze frutto di qualche economista colpito da onnipotenza, sta fallendo miseramente. L'umanità è ben più complessa di qualche formula matematica, di qualche grafico, la mente umana ne è più articolata e imprevedibile.Bacio Paola.

suburbia ha detto...

Luca che e' fallito lo dici tu -e anche io lo penso- ma per ora il sistema di ricchiezza/consumo sembra aver molto seguito.... :-(
Baci, ciao e buon we