venerdì 19 settembre 2008

San Gennaro



Oggi 19 settembre, san Gennaro. Patrono di Napoli ed Ercolano nacque nella seconda metà del III secolo e morì martire a Pozzuoli, decapitato, nel 305. La storia del suo martirio si colloca nell'ultimo periodo dell'impero di Diocleziano, durante una delle più cruente persecuzioni dei cristiani.
La leggenda racconta che una donna di nome
Eusebia avesse raccolto in due ampolle il sangue del vescovo.
San Gennaro è conosciuto in tutto il mondo sia per i suoi prodigiosi interventi in occasione di calamità naturali quali terremoti,
pestilenze, eruzioni del Vesuvio, sia per il famoso miracolo della liquefazione del sangue coagulato contenuto nelle antiche ampolle.
In queste occasioni, i grumi rappresi spontaneamente si sciolgono ed il sangue ribolle ed assume il colore
rosso vivo. Questo miracolo si ripete tre volte l'anno: il primo sabato di maggio, in ricordo del trasferimento da Pozzuoli a Napoli, il 19 settembre, ricorrenza della decapitazione e il 16 dicembre in memoria dell'eruzione del Vesuvio del 1631, bloccata dopo le invocazioni al Santo.
O almeno dovrebbe: certe volte il sangue non ne vuol sapere di liquefarsi oppure capita in modo inatteso. Ecco le date
anomale e le 'spiegazioni':
- il
19 sett. 1980 il miracolo non si presento'. Secondo i fedeli portò malissimo: pare infatti abbia annunciato il catastrofico terremoto del 23 novembre.
- il 17 dicembre
2006, il santo diede buca alla trepidante folla che attendeva la liquefazione di turno. In questo caso, non ci sono ipotesi ufficiali sulle conseguenze, le ipotesi vanno: dall'uragano Kyrill che colpì il nordeuropa nel gennaio 2007 al terremoto nella maggioranza in Parlamento a febbraio.
- nel
maggio 2004, invece, il miracolo si è fatto aspettare per un giorno, forse preannunciando la débacle della Nazionale agli Europei di calcio in Portogallo.
- nel febbraio 2005 il miracolo avvenne ben
due mesi prima della prevista data della prima domenica di maggio. Probabilmente, in quell'occasione, il santo apprezzò la presenza di un folto gruppo di Comunione e Liberazione accorso per la messa...
E in data
estemporanea si sciolse anche nel 1986 per il devoto bacio depositato sulle ampolle dal cardinale Giordano.
18 maggio 1992, in occasione della visita di Andrew Bertie, Gran Maestro dell'Ordine di Malta, ma non nel novembre 1990 durante la visita al Duomo di Papa Wojtyla.

Il "miracolo di San Gennaro" è stato oggetto di numerosi studi. La
Chiesa non si è mai pronunciata ufficialmente in proposito.

Ecco uno
studio serissimo del CICAP, Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni Paranormali, qui.

E oggi? Liquefatto alle 9.45, qui.

8 commenti:

Riverinflood ha detto...

"Fino ad oggi nessuno è riuscito a trovare la soluzione del mistero. Di conseguenza attorno al sangue di San Gennaro sono cresciute numerose leggende e superstizioni"???
Beh, chi crede senza chiedere spiegazioni fa proprio al caso della Chiesa che ha bisogno di questa tipologia di fedeli. E l'alimentare la misterologia su questi eventi "divini" fa parte del gioco millenario delle credenze molto superstiziose delle genti. Io non so come può avvenire la liquefazione del sangue, ma sicuramente qualche biochimico, un qualsiasi scienziato super partes può spiegarne il processo.

suburbia ha detto...

River lo studio che linko del cicap propone "alternative" al "miracolo".
Credere senza presupposti ti assicuro non e' il mio caso. ciao

Viviana B. ha detto...

Io sono credente e, in tutta franchezza, non mi importa un tubo se il sangue si liquefa o meno.
Ritengo che chi crede crede a prescindere da "segni" e "miracoli", così come chi non crede di certo non si lascerà convincere da "segni" e "miracoli", che reputerà comunque dei "trucchi".
Il fatto che poi ci sia tutto questo fiorire di cialtroneria attorno a quello che dovrebbe essere una manifestazione di fede mi infastidisce anche un pochino. Il leggere la mancata liquefazione come fosse uno scritto di Nostradamus... ecco, proprio non lo capisco! Se si liquefa tutto fila liscio, altrimenti terremoti, inondazioni e... squadre di calcio che fanno cilecca?! Ma per favore!!!
Ciao!

suburbia ha detto...

Viviana col credere del commento intendevo alla liquefazione.
Non c'entra nulla con il Credere con la C maiuscola, con la fede.
La fede e' come dici tu: o c'e' o non c'e'. Indipendentemente da madonne che piangono o liquefazioni.

Alberto ha detto...

Medio Evo, pieno Medio Evo. Questa poi del cardinale Giordano che con un bacio anticipa i tempi...

Davide ha detto...

Ho letto l'articolo del CICAP mi piace quando scrivono "possibile frode inconscia".
Senza offesa per nessuno credenti e non.

Caio buon fine settimana

Riverinflood ha detto...

Il mio commento non voleva fare nessun riferimento alle tue convinzioni. Ciao.

suburbia ha detto...

Alberto si vede che il bacio era devoto davvero :-))
davide sono diplomatici :-). Grazie
River ok. E' che non volevo neppure far parte di chi alimenta la misteriologia. ciao