mercoledì 24 ottobre 2007

Giovedi nero

http://www.pianola.com/wsc.jpg

Il 5 settembre 1929 l'economista Roger Babson parlando a Wall Street lanciò un allarme: "Presto o tardi il crack arriverà. E quando arriverà sarà tremendo. Gli stabilimenti saranno chiusi, gli operai licenziati, il circolo vizioso diventerà inarrestabile."

A quella Cassandra seguirono importanti e immediate smentite:

Il 17 ottobre 1929 Irving Fisher Docente USA di Economia dichiaro' "La borsa ha ormai raggiunto una notevole stabilità" e il 22 ottobre 1929 il presidente della National City Bank "Non mi risulta ci sia nulla di fondalmentalmente negativo nel mercato azionario, nelle imprese e nella struttura creditizia ad esso relativa".

Ma solo 2 giorni dopo, il 24 ottobre 1929 esattamente 78 anni fa, si verifica lo storico crollo di Wall Street che apre l'epoca della grande depressione: il giovedi nero.
Negli Stati Uniti falliscono 640 banche e 75.000 risparmiatori finiscono sul lastrico.
In Italia, paese prevalentemente agricolo, la crisi si fa sentire in misura minore, ma pur sempre lascia degli effetti, tra i quali la riduzione di stipendi e salari.

E gia' che ho iniziato con citazioni perche' non finirci anche (da far accapponare la pelle):
“Datemi il controllo sul denaro di una nazione e non mi preoccuperò di chi ne fa le leggi”.
Barone M.A. Rothschild (Per approfondire, qui e qui).


Link sul crollo di Wall Street qui, qui e qui.
Non ho trovato una webcam su Wall Street, qui quelle di NY e qui Manhattan.

8 commenti:

ettore ha detto...

mi hai anticipato, avevo intenzione anch'io di parlare di banche e di banchieri.
dallo stato ai comuni,dagli imprenditori,oggi e' tutto in mano alle banche.Sono loro i veri padroni.
i rothhschild,i rockfeller,j.p. morgan,tengono in mano le sorti del mondo.esempio chi stampa il denaro sono societa' private.(signoraggio,gruppo bildemberg;questi sono gli argomenti da approfondire)

El Pinacomedier ha detto...

Non c'era bisogno di chiedere l'autorizzazione per linkare il mio post, però mi ha fatto senz'altro piacere che tu me lo abbia fatto sapere, questa io la chiamo civiltà, grazie
PS è una coincidenza curiosa o anche per il precedente post hai trovato una certa ispirazione su Pinacomedia?
Ciao dal Pinacomedier

paola ha detto...

ettore puoi parlarne anche tu. Comunque e' vero sono loro i veri potenti.
el pinacomedier grazie a te, in fondo non avevo poi neppure aspettato il permesso. Comunque prima ho scritto il post poi ho cercato qualcosa di piu' su Rothschild e dei pochi siti che ne parlavano il tuo post mi sembrava il migliore.
Per quanto riguarda la ballerina non avevo ancora visto il tuo blog, ho visto che in rete (mi sembra che avevo letto oknotizie o un aggregatore simile) lo proponevano molti siti. Pero' mi piaceva cosi' l'ho messo.
Ciao

El Pinacomedier ha detto...

In effetti l'abbiamo messa un pò tutti 'sta ballerina girevole...
PS mi dici (se non ti ho già dato noia) come hai fatto a mettere i commenti ai post? (anch'io sono su blogger)
ciao

paola ha detto...

el pinacomedier e' uno script che ho trovato in rete e adattato nel colore dei pallini. Non riesco a scrivertelo come commento, non lo accetta. Se non lo trovi e vuoi che te lo mandi, devi darmi la tua mail.
Nessuna noia, ciao

<---ste---> ha detto...

“Datemi il controllo sul denaro di una nazione e non mi preoccuperò di chi ne fa le leggi”...Eh si è un problemuccio che ci portiamo dietro da qualche secolo....questioni come la titolarità della moneta ... il potere di creare credito e in mano a privati che operano con l'unica finalità della massimizzazione del profitto (loro). sono pezzi fondamentali del puzzle per capire perchè il mondo va a puttane....detto questo imho ci sarà la volontà politica di affrontare queste tematiche solo dopo la 3^....:(
ciao!

El Pinacomedier ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
paola ha detto...

ste davvero segni che il mondo va in malora
el pinacomedier ho visto la mail e ho cancellato io il commento