lunedì 1 dicembre 2008

Mezzi pubblici



1 dicembre 1955: a Montgomery, in Alabama, Rosa Parks, una signora nera di mezza età, salì su un autobus di linea, seguì l’indicazione “Gente di colore” e prese posto nella quinta fila a sinistra, dietro ai posti riservati ai passeggeri bianchi.
L’autobus ben presto si riempì. Il conducente invitò allora a far posto ai “signori bianchi”. Tre neri si alzarono.
Rosa Parks era stanca, decise di rimanere seduta.


Per questo fu arrestata e incarcerata per condotta impropria e per aver violato le norme cittadine.
Quella stessa notte, cinquanta leader della comunità afro-americana, guidati dall'allora sconosciuto Martin Luther King si riunirono per decidere le azioni da intraprendere per reagire all'accaduto.

15 commenti:

Igor ha detto...

ricordo doveroso.
la Apple quando morì le didicò la home page
http://www.apple.com/hotnews/articles/2005/10/rosaparks/

think different

Fabio ha detto...

A volte basta un piccolo gesto per smuovere le coscienze e muovere le masse.

butred77 ha detto...

mi vengono i brividi solo a pensarci. che coraggio la signora! queste sono le vere rivoluzioni.

Alberto ha detto...

Il suo nome resterà nella storia dell'emancipazione dei neri d'America. Da allora qualcosa è cambiato ma molte altre devono ancora cambiare.

Anonimo ha detto...

a casa ho un piccolo quadro con lei sull'autobus il giorno seguente l'abolizione delle leggi razziali...gran donna!
fausto.

Melina2811 ha detto...

addirittura......non pensavo fosse possibile un razzismo di questo genere.... Maria

Viviana B. ha detto...

Sono queste le cose che mi ridanno fiducia quando sono ammosciata: vedere come, da piccoli gesti, possa nascere un enorme cambiamento.
Come il granello di senapa che genera una pianta gigantesca, o come la gocciolina che va a far traboccare un vaso.
Bello bello! Grazie!

Davide ha detto...

ma l'autobus della foto è quello del 1955?

Ciao

Viviana B. ha detto...

@ Davide.
No, l'autobus nella foto è quello che attualmente viene usato sulla linea Como/Tavernola... :-S

suburbia ha detto...

Igor non lo sapevo, grazie.
Link different :-)
Fabio il dettaglio che fa la differenza
butred per i tempi oserei eroica
Alberto daccordo.
Fausto un quadretto della Parks..non finisci di stupirci. Comunque credo di aver capito e' una foto famosissima che si trova anche in rete. Condivido.
Melina ehhh si, anche di piu'.
Viviana la piccola goccia che tracima il vaso.... quando appunto e' pieno. Lo era.
Mi sembrava infatti una bella storia da ricordare. Prego
Davide si, com'e' ora.
Non dar retta a Viviana, :-)

Luca ha detto...

Ignoravo ciò.
GRAZIE.
Luca

tommi ha detto...

questo episodio è veramente qualcosa di eccezionale. pensare a dove siamo arrivati oggi mette un lieve senso di ottimismo nelle nostre fragili menti.

suburbia ha detto...

Luca prego
tommi il che, ogni tanto, non guasta

v. ha detto...

Ehi, anzitutto grazie del commento con complimenti che mi hai lasciato. a questo punto, visto che troviamo i nostri blog reciprocamente interessanti, non perdiamoci di vista!
Per Rosa Parks anch'io ho fatto un post il 1 dicembre per ricordarla, ma la storia della vicenda è un po' diversa ... per cominciare non era una donna di mezza età, ma piuttosto giovane (ho pubblicato la foto segnaletica che le scattarono dopo l'arresto) e quella sera non si rifiuto' di cedere il posto perché era stanca ... fu un gesto di disobbedienza meditato e deciso da tempo ... ma se ti interessa vieni in Marginalia a leggere ;-)
ciao
buona giornata
v.
PS: appena trovo un attimo di tempo ti aggiungo al mio blogroll

suburbia ha detto...

v. grazie delle precisazioni, buona giornata anche a te, ciao
PS non c'e' problema