mercoledì 17 dicembre 2008

Ananas



L'uomo del monte ha detto no.

Piña colada o coca cola
?

14 commenti:

gianfalco ha detto...

Ho collegato questo post alla mia vignetta di oggi.
Ciao.

Riverinflood ha detto...

Cosa vuoi che commenti? 'Na strunzata tipica della società atipica in cui versiamo. Chissà perché capitano sempre a noi gli utili idioti!

novalis ha detto...

...e pensare che mi sta pure simpatico... mah! :(

Davide ha detto...

ma perchè non lascia decidere ai consumatori cosa comprare a Natale, poi con tutti i tipi di frutta che arrivano dall'estero prorpio con l'ananas doveva prendersela :)

butred77 ha detto...

detta da lui sembra una cazzata, però anch'io sono favorevole alla sua proposta, ha semplicemente parlato di filiera corta e quindi non posso trovarmi in disaccordo.

Pierangelo ha detto...

AUTARCHIA

Appena ch'er Droghiere mise in mostra
"Il Vero Insetticida Nazionale",
la Mosca disse: - Me farà più male,
ma per lo meno è produzzione nostra.

Trilussa - 1937

Luca ha detto...

SIAMO ALLA FRUTTA.

Non aggiungo altro, anzi si!
Ho sentito prima la Russa parlare di Servizi S.p.a nuova società totalmente privata (credo) che nascerà per creare un brand, in pratica puro merchandising delle nostre forze armate.
"Così avremo più fondi" (in sintesi e neppure troppo)
Bacio,
Luca

p.s.ho sentito di fretta in caso smentitemi pure...ne sarei lieto. Thanks :)

Andrew ha detto...

che altro è sta cosa?

Fabio ha detto...

Come farà quest'uomo a garantire la sicurezza dei consumatori italiani, sapendo che alcuni produttori hanno come unico scopo quello di fare soldi e se ne infischiano della salute?... con le parole davanti alla telecamenra sono tutti bravi.

Viviana B. ha detto...

Concordo circa la sana autodisciplina in generale.
Personalmente non è che boicotti le importazioni di alcun tipo, ma preferisco prodotti locali e, quando possibile, a chilometri zero.
Non capisco perchè mai dovrei mangiare fragole a Natale e cachi o fichi a maggio...
L'ananas non lo vivo certo come prodotto immancabile sulla tavola natalizia, ad esempio. Molto peggio sarebbe se mancasse la mostarda... He! He! He! :-D
Ciao bella!

Alberto ha detto...

E allora fichi secchi, mandorle, nocciole. L'uomo del monte ha detto no anche ai datteri?

suburbia ha detto...

gianfalco bene, ciao
River un po' ce li andiamo a cercare...
novalis prima non sapevo neppure della sua esistenza
Davide e Alberto credo che il senso fosse proprio intendere tutti i frutti "extracomunitari" quindi anche datteri
butred e Viviana in linea di massima si ma con un occhio anche al contesto dove si e' inseriti e l'altro anche anche all'export dei nostri prodotti. Il Natale e' gia' di per se una eccezione.
Mostarda????
Pierangelo puntuale e preciso, grazie
Luca concordo... siamo alla frutta, :-)
Andrew dai... sei l'unico a non averne sentito parlare
Fabio vuoi dire che ha anche di queste responsabilita'??? ommiodio.

Alberto ha detto...

Nella Riviera dei Fiori abbiamo datteri nostrani. Appena mi capita li fotografo. Tra l'altro a Bordighera c'è il più grande palmeto d'Europa.

suburbia ha detto...

Alberto in questo caso sono piu' che ok!