martedì 11 novembre 2008

Non in mio nome



La notizia della carineria rivolta del premier italiano Berlusconi al Presidente degli usa, Obama, la conosciamo tutti (vedi abbronzato);, poi Carla Bruni, premier dame, si e' dissociata pubblicamente non solo dalle parole del premier, ma anche dalla cittadinanza italiana.
E poi molte persone si sono volute dissociare pubblicamente, mettendoci la faccia, sul sito notspeakinginmyname.com, (“Non in mio nome”).
A me basta non averlo votato.

Tutto cio' mi ha ricordato questa etichetta in uno zaino di una ditta americana, la Tom Bihn.
Le istruzioni per il lavaggio sono scritte in inglese e in francese, ma la parte in francese termina con tre righe inaspettate:
"Nous sommes desoles que notre president soit un idiot. Nous n'avons pas vote pour lui." (Siamo desolati che il nostro presidente sia un idiota. Noi non l’abbiamo votato).

Tom Bihn, ha dichiarato di non avere idea di come la frase possa essere finita sulle etichette e che probabilmente l’insulto non è riferito né a George W. Bush né al francese Jacques Chirac, ma a lui stesso, in qualità di presidente dell’azienda.
Approfittando del successo degli zaini Bihn ha prodotto una t-shirt ornata della famosa etichetta, vedi qui.

8 commenti:

Riverinflood ha detto...

Dopo la frase "Siamo desolati che il nostro presidente sia un idiota. Noi non l’abbiamo votato" se ne può aggiungere una terza in italiano:
"Ma c'è chi l'ha fatto per noi, mettendoci, non la faccia, ma una croce".
E magari produrre bandane a basso costo con faccia e croce stampate in mezzo. Chissà che non si facciano denari.

Fabio ha detto...

Tra i suoi vari slogan per le elezioni politiche aveva tralasciato "Un presidente comico"... e io aggiungerei "in tutti i sensi".

Davide ha detto...

appunto, anch'io non ho votato l'uomo pallido, ma non per carineria, proprio perchè non lo reggo.


forse, forse questo Tom Bihn non è poi così idiota come dicono i suoi dipendenti.
Ciao.

pabi71 ha detto...

Mai votato e mai lo voterò.

Da qualche giorno, con un semplice comunicato cartaceo, la ditta in cui lavoro, che ha 5 sedi e il padrone ha anche una squadra di calcio " importante ", oltre al resto, ci ha fatto sapere che ci saranno tagli di personale, senza una riunione indetta dal direttore di stabilimento, senza niente, voci per sentito dire e un bel comunicato scritto.
Ci saranno tagli, 182 persone, 182, senza che un direttore tiri fuori i coglioni e faccia una riunione di cendo anche cazzate, ma almeno parlaci.
Il padrone è arrivato in elicottero circa 10 giorni fa, nel piazzale dello stabilimento è stata disegnata una bella " H ", per parcheggiare la sua bicicletta, io avrei optato per una bella " V ".
E' andato a parlare con il sindaco di Ravenna, ci sono voci che la fabbrica si debba spostare da anni, ha parlato con il direttore di fabbrica e ti mettono un foglio attaccato dove timbri con il cartellino l'entrata e l'uscita.
c'è POCO LAVORO ... AL DIRETTORE è STATA COMPRATA UN MESE FA UNA MACCHINA DA OLTRE 60.000 EURO, il sindacato è invisibile...
detta come va detta una situazione di MERDA, sia per quello che succede, sia per come lo fanno accadere, e le cose più belle non le posso neanche dire.
Produciamo, non si può die, ma l'idea dell'etichetta nello zaino in altri modi la possiamo utilizzare anche noi.
Un saluto e grazie dell'informazione utilissima.
Mi scuso dei pochi passaggi ultimamente, ma come puoi immaginare è un periodo non troppo buono, e il bello deve ancora arrivare, se gli dai dei nazisti o schiavisti, si offendono anche, allora il direttore ti chiama e parla...
Un saluto.

suburbia ha detto...

river in effetti mettere il voto ha prodotto (ahime) ben piu' del metterci la faccia.
Bandane: aspettiamo la stagione calda :-), ciao
Fabio e dire che ne aveva dette tante... :-), ciao
Davide infatti e' stato furbo ad approfittare della situazione.
Dubito che i dipendenti si riferissero a lui... i presidenti d'azienda non si votano :-)

suburbia ha detto...

pabi e' davvero una situazione brutta... sinceramente appena letto non avevo parole di nessun tipo.
Il sentimento e' poi doppio: generoso, ossia che mi dispiace per la situazione in cui ti trovi (naturalmente sperando che tutto si possa risolvere bene) e anche egoistico, perche' queste situazioni non fanno bene all'italia intera.
Non ti scusare per le scarse frequentazioni, poi tanto passo da te per sapere nuove cose e sviluppi.
Il tuo capo ha una squadra di calcio???? non sara' il milan??
(scherzo naturalmente), ciao e buon inizio settimana.
Un caro saluto e "in gamba"

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good