giovedì 30 aprile 2009

99 mesi













(*) dal sito http://www.onehundredmonths.org/

Leggo solo ora che Carlo D'inghilterra nel suo discorso nella Sala della Lupa alla Camera dei deputati, usa metafore e immagini forti per comunicare l'urgenza di affrontare l'emergenza clima, che mette a rischio l'esistenza sulla Terra.
"Siamo a bordo del Titanic", bastimento diretto "contro un iceberg che si sta sciogliendo rapidamente" e l'impatto è previsto fra "99 mesi"
"Restano solo 99 mesi per salvare la Terra, prima di raggiungere il punto di non ritorno"
Link qui, qui.

E' un po' in ritardo... secondo il sito 100 mesi (per salvare la Terra) , 8 sono gia' passati (vedi sopra per il "calcolo esatto").

7 commenti:

Alberto ha detto...

Si prenotano biglietti per un'astronave con destinazione ignota.

Fabio ha detto...

Non capisco come le parole "punto di non ritorno" non mettano in allerta nemmeno mezzo mondo...la vita scorre tranquilla e a nessuno frega niente...ottimo

Ross ha detto...

Quel timer mi mette un'angoscia...

Versione Beta ha detto...

Ciao Suburbia, buon primo maggio anche a te... bello questo counter, penso che lo prenderò in prestito, anche se il ticchettio è un po' angosciante!!

Riverinflood ha detto...

È probabile che il signor principe viva una vita parallela aliena rispetto alla nostra ma, cionondimeno, l'idea stessa deve preoccuparci. Ma non capisco l'esattezza del calcolo a ritroso? Chi si deve allarmare, l'uomo della strada o il politico illuminato? Secondo la Terra farà il suo percorso a prescindere dal principe e anche da noi.

Davide ha detto...

è vero il suono del timer mette angoscia :)
Buon 1 Maggio

suburbia ha detto...

Alberto non e' poi un possibilita' tanto remota. Per ora saprei chi mandarci :-)
Fabio davvero non capisco neppure io. Del resto sono tante le cose del mio paese che non mi so spiegare....
Ross tacitabile... per fortuna
Versione Beta puoi prendere cio' che vuoi. Il ticchettio e' proprio azzeccatissimo
River neppure io penso sia in pericolo la terra, ma la sopravvivenza degli abitanti si. Il calcolo e' ovviamente approssimativo e i parametri principali sono la capacita' di contenere il riscaldamento senza che si inneschino meccanismi autoalimentanti.
Per esempio il ghiaccio che si scioglie ai poli ha come effetto di diminuire la radiazione solare riflessa, quindi si scalda ancor di piu'; il discorso e' ovviamente piu' complesso ma era per dare l'idea, spero perdonerai la mia pressapocaggine.
Davide si concordo per il timer. Dovrebbe angosciarci anche il resto :-). ciao