giovedì 9 ottobre 2008

The dark side of Mercury



La sonda americana Messenger (Mercury Surface Space Environment, Geochemistry and Ranging) ha fatto regolarmente il secondo passaggio ravvicinato, sui tre previsti, di Mercurio per fotografare la sua faccia nascosta.

Messenger è passato, poco dopo le 10:40 di ieri ora italiana, a 201 chilometri dall'equatore del pianeta più vicino al Sole a una velocità di 23.818 km/h raccogliendo centinaia di immagini e fatto misurazioni scientifiche della parte illuminata di Mercurio finora mai osservata, prima di allontanarsi.
Quindi, orientata la sua antenna verso di noi, ha iniziato a trasmettere immagini.

Link qui e qui, tutte le foto, qui.

Dati e curiosita' sul pianeta Mercurio, qui e qui.

6 commenti:

Riverinflood ha detto...

Mercurio, il dio dei trafficanti, ma anche dei viandanti. Il pianeta che fosse già molto lunare si sapeva. Ma ho sentito di un viaggio su Giove, ma temo che non sarà come 2001 Odissea nello spazio.

Viviana B. ha detto...

Hem... cos'è, visto i danni che stiamo facendo alla Terra stiamo cercando un altro pianeta da distruggere?...

Davide ha detto...

sono molto belle le foto di Mercurio della Nasa.

Ciao.

novalis ha detto...

Alcune foto sembrano opere artistiche di autori monocromatici.
Ciao sub

Alberto ha detto...

Mercurio, sto pensando al metallo liquido, l'argento vivo, spesso materia prima per gli alchimisti.

suburbia ha detto...

River nonche' dei commercianti e dei ladri.
ciao e buon we
Viviana le foto saran belle ma come pianeta, ammettiamolo, la terra e' piu' bella. :-)
Davide lo penso anche io. ciao
novalis hai scelto la piu' "lunare", si davvero belle
Alberto bisognava farci un post a parte. Il mercurio mi ha sempre affascinato, magari lo faro'.
ciao